giovedì 31 gennaio 2008


Nel settembre del 1600 il cardinal Cerasi, tesoriere generale di papa Clemente VIII, acquista una cappella nella chiesa di Santa Maria del Popolo. Per la decorazione della stessa monsignor Cerasi commissionò 3 opere: la principale, al centro della cappela, ad Annibale Carracci e, le due tele ai lati a Michelangelo Merisi da Caravaggio. A testimonianza di ciò riporto parte della commessa: "dieci palmi per otto, raffiguranti il mistero della conversione di san Paolo e il martirio di san Pietro, da consegnarsi entro otto mesi, dietro pagamento di quattrocento scudi". I due artisti all'epoca erano considerati gli astri nascenti della pittura, le stars del mondo artistico romano tanto che lo stesso Caravaggio fu definito "egregius in urbe pictor".

Nonostante ciò le prime opere del Merisi furono rifiutate e, causa la morte del cardinal Cerasi, il lavoro gli venne pagato in modo dilazionato. Sul rifiuto dei primi lavori e la realizzazione di più opere il Calvesi crede che fosse una ulteriore conferma della già enorme notorietà del Caravaggio. Infatti ci spiega che i rifiuti ricevuti ad opera conclusa "spesso sarebbero stati incoraggiati dai collezionisti stessi, desiderosi di entrare in possesso dei capolavori scartati". Altro dettaglio curioso è che i pittori all'epoca venivano rimborsati economicamente nell'utilizzo di materiali pregiati come nel caso del pigmento "blu oltremare" . Infatti nel contratto per i dipinti della cappella Contarelli in San Luigi dei Francesi, è specificato che il pittore doveva essere pagato per ogni oltremarino o azzurro richiesto. Anche il genio aveva le sue difficoltà nel mercato del lavoro.

15 commenti:

cristina ha detto...

...osservarli dal vivo è stato emozionante...

< em > ha detto...

ma quante ne sai... ciao vecchio

fausto ha detto...

cri - è vero, è stato emozionante averti accanto, stretti stretti a pochi centimetri da due capolavori....si rimane senza parole.

em - faccio i compiti a casa, ciao!

suburbia ha detto...

Bhe.. virtualmente mi stringo a voi e ammiro queste mereviglie.
ciao

fausto ha detto...

suburbia - finchè son donne stringo tutte....ehm...cri, si scherza!

cristina ha detto...

bravo, bravo...e poi ti "lamenti" della fama di "sciupafemmine" che ti sei fatto qua sopra...
P.S. Cmq io mi fido della Paola! tiè! :P

< em > ha detto...

@cris fai bene a fidarti della paola. eppoi puoi sempre contare su di me... evvai di zizzania!

< em > ha detto...

@fausto si scherza, neh?

fausto ha detto...

weeeh! allora? e che davvero davvero? ;)

cristina ha detto...

Fausto: così impari a fare lo spiritoso...Occhio per occhio... ;-)

fausto ha detto...

...a proposito di occhi, guarda che così mi distrai i lettori del blogghe!

suburbia ha detto...

Ieri ero passata di corsa e non avevo gustato questo siparietto.
Cristina.. ehh chi ti batte con degli occhi cosi..
Un saluto a tutti

cristina ha detto...

suburbia: dici che ho qualche chance anche se nn mi chiamo deborah con l'acca?

suburbia ha detto...

Inhh fondohh le accahh non sono poi cosihh importantihhh
:-)

cristina ha detto...

suburbiah: dicih dih noh??? iH iH iH!!! aH aH aH!!! :-D

Posta un commento